Tavola&Viaggi

Social eating: la Burgernight di Nonsolofood – Milano

Dopo aver letto l’ennesimo articolo molto positivo sul fenomeno “Social Eating”, ho deciso di prenotare una “Burgernight” da Lidia del blog Nonsolofood. Per chi non conoscesse questo tipo di eventi, spiego in breve cosa sono e come funzionano: questi sono pranzi, cene o colazioni organizzati non in ristoranti, ma in casa di persone in cui allo stesso tavolo si siedono perfetti sconosciuti; si mangia, si chiacchiera e alla fine si paga un contributo per il lavoro di chi organizza. L’idea  mi stuzzicava moltissimo e così ho inviato una mail per prenotare. Lidia, la proprietaria di casa mi ha prontamente confermato, dicendomi che l’indirizzo mi sarebbe stato comunicato in seguito.

Così la sera della cena mi presento puntuale con mio cugino nel bellissimo appartamento dove abitano Lidia ed Enrico, il suo compagno. La tavola è già imbandita e la padrona di casa sta ultimando i preparativi dell’aperitivo (Hummus e una crema di patate e porri squisiti, rigorosamente preparati in casa). Mentre gli altri ospiti arrivano, iniziamo a fare conoscenza l’uno dell’altro. Lidia è molto brava a metterci a nostro agio e a rompere il ghiaccio: l’iniziale e naturale timidezza sparisce immediatamente. Da lì in poi chiacchieriamo liberamente: si parla di Lidia, della sua esperienza a New York, delle sue passioni e del suo amore per il cibo; raccontiamo anche di noi, delle nostre vite, dei nostri viaggi; si chiacchiera di ristoranti, ci si scambiano idee sugli angoli di Milano da visitare e sui mercati dove comprare i prodotti migliori. Insomma, si parla di tutto e di più; conversazioni reali, interessanti e molto stimolanti (il tutto con una buona musica di sottofondo, Mumford&Sons compresi).

La cena in sé è stata perfetta. Il cibo era ottimo: si vede che Lidia sa quello che fa, soprattutto lo fa per passione. Conosce gli ingredienti, li seleziona con cura, li sa lavorare e ama raccontare quello che sta intorno ad un piatto. L’hamburger era eccellente, dalla messa in tavola (i toppings erano disposti ben ordinati su un vassoio di ceramica) all’assaggio. Il pane è fatto in casa, cosi come le patate squisite che ha servito. La scelta della birra (artigianale, proveniente dalla cantinadellabirra) da abbinare è stata azzeccatissima. Dolce prima assaggiamo gli S’more (una sorta di “hamburger” dolce con cioccolato, biscotti homemade e marshmallows) e poi un buonissimo flan.

La serata è stata un vero e proprio successo, tra ottimo cibo, buona birra e persone molto simpatiche. Se avete voglia di passare una serata diversa (o anche una domenica mattina, visto che Lidia organizza “la colazione della domenica”) e di mettervi un po’ in gioco allora questo è decisamente il posto giusto.

image

image

image

image

image

image

image

Annunci
Questa voce è stata pubblicata il febbraio 12, 2014 alle 15:15. È archiviata in Americana, Europea, Hamburger, Italiana, Spunti, Tavola con tag , , , , , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Segui tutti i commenti qui con il feed RSS di questo articolo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: